La scuola Garibaldi compie 18 anni

In occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, gli inss. delle classi quinte hanno pensato che nell’ambito delle attività del POF, non poteva mancare un progetto dedicato alla Scuola Garibaldi intitolata appunto a colui che dell’Unita d’Italia è stato uno dei principali artefici. Il video evidenzia la mostra allestita nella Sala Verde del plesso Garibaldi Il percorso storico che con i nostri alunni abbiamo attuato ci ha fornito interessanti notizie sulla nascita della nostra scuola. Abbiamo scoperto infatti che già nel 1929 c’è traccia di quella che sarebbe stata la cellula embrionale della Scuola Garibaldi, vale a dire l’ORFANOTROFIO MARIA CRITINA, in Via della Rocca, ora non più esistente perché al suo posto c’è il Palazzo degli Uffici Statali. Successivamente la Scuola si è stabilita ( intorno al 1935) in VIALE XXIV MAGGIO presso lo stabile MOLINI E PASTIFICI ROCCO E LA CAPRIA, prendendo il nome di CIRCOLO DIDATTICO LITTORIO.

Nel 1937 le classi furono sgombrate a causa di un soffitto pericolante e dislocate presso il Parisi, il Pascoli e alcuni locali di Via Scillitani.

Dopo la guerra la Scuola riprese la sua attività in VIALE XXIV MAGGIO con il nome di CIRCOLO DIDATTICO GARIBALDI fino al 1964 quando si spostò nei prefabbricati di VIA GALLIANI per far posto alla Banca d’Italia.
Nel 1985 il Consiglio di Circolo delibero lo sgombro dei locali inadatti ormai ad ospitare la scuola e le classi ripresero la via dell’esilio La Scuola attuale è stata inaugurata il 24 OTTOBRE del 1993. Possiamo dire dunque che quest’anno la Scuola Garibaldi è diventata maggiorenne avendo compiuto i 18 anni d’età nella nuova sede.
Il nostro progetto ha dunque preso l’avvio dalla storia delle varie sedi della nostra scuola e si è articolato in attività di ricerca storica sul territorio, analisi di fonti e documenti interviste a genitori e nonni, incontri intergenerazionali.e, in questa fase, un valido aiuto ci è stato fornito da una delle insegnanti più rappresentative della Scuola Garibaldi: MARIA TERESA MASULLO, grazie alla quale abbiamo potuto allestire l’aula che dopo potrete visionare.

Nell’aula è stato esposto non solo materiale didattico del passato: cartelloni, libri, quaderni, penne, registri e strumenti didattici costruiti dalla stessa insegnante, ma anche documenti, giornali e riviste dell’epoca in cui si parla della nostra Scuola.

Tra le riviste c’è il famoso FOGLIO APPULO-CALABRO-LUCANO concepito e realizzato dal dirigente della Garibaldi Nicola Fabiano.

L’OBIETTIVO che ci siamo proposti è stato essenzialmente quello di recuperare i valori di una memoria comune alle diverse generazioni, creare un legame con il passato, un senso di appartenenza, affinchè le nuove generazioni possano costruire la propria IDENTITA’ personale e vivere più consapevolmente il proprio presente, in direzione del futuro.